lunedì 8 agosto 2016

Ravioli

Ravioli che bontà!!! Confesso il mio peccato: li mangerei in tutti i modi, ma qui a casa non tutti li amano aimè, per cui  li propongo solo di tanto in tanto.
A farmi avvicinare alla pasta fresca è stata Teresa Vi consiglio di leggere il suo interessantissimo post  
Non so perchè ma non mi attirava, quanto mi sbagliavo!!! Per una come me che la pasta fresca la mangerebbe anche solo lessa :D
Bhe mi son messa all'opera, anche perchè ho trovato questa magnifica semola Senatore Cappelli bio, e devo dire che è magnifica



Sulla spianatoia semola, uova, un C di olio evo  , si comincia a battere le uova
con una forchetta, fino a proseguire poi a mano
 Si lavora fino ad ottenere un bel panetto sodo (circa una decina di minuti), che si farà riposare un'ora ben coperto o avvolto nella pellicola
 Si prende ora il panetto, si taglia e si stende in losanghe, o a mano o con l'apposita macchina per la pasta fino allo spessore desiderato. Si mettono le sfoglie ad ascigare un po












 Ed ecco i ravioli, per le forme sbizzarritevi come più vi piace!!!

Prendo una sfoglia stesa, con il coppapasta mi faccio un lieve segno lungo tutta la lunghezza, sulla parte bassa della sfoglia, così che con il  sac a poche metto il ripieno in ogni segno lasciato dal coppapasta.
A questo punto ribalto sull'impasto la parte superiore della pasta, ed inizio a coppare bene.
Se ho paura che si aprano in cottura, lungo il segno lasciato dal coppapasta, passo un pennello livemente bagnato di acqua e poi coppo


Con la pasta avanzata, lo "sfreddo" io ci faccio le tagliatelle, ma non solo con lo sfreddo, spessissimo oramai le faccio di proposito

Nessun commento:

Posta un commento