mercoledì 6 aprile 2016

Il casatiello, il mio

Io lo amo, nulla mi emoziona di più, è tutto un rito, una cerimonia... amo farlo e amo ancor di più mangiarlo.
Ma cos'è il Casatiello, e cos'è il suo cugino, forse più povero il Tortano?
Sono entrambi due rustici, due pani farciti, due rustici dal sapore deciso, per nulla sfuggente, un po pesantucci.... Il primo, il Casatiello, ovvero la passione mia, deve il suo nome al caso/cacio.... di cui è ricco, e che anticamente si trovavano a caso in casa, ovvero tutti i vari rimasugli di formaggi e salumi, ha la forma di una corona (dovrebbe ricordare quella di spine) e sopra ha delle uova con guscio, mantenute da delle cellette sempre di pasta di pane,  mentre il tortano è un  mix, sempre di pasta di pane, ma intriso di strutto, ciccioli, pepe, una lieve spolverata di pecorino, e dalla caratteristica forma "torta", torciuta
 Ma come mi faceva notare il nostro amico Nicola, nostro mio e di mio marito,  nonchè suo collega, spesso ha sentito etichettare alcune persone o situazioni con il termine casatiello, per cui lui, da buon Lucano, aveva inteso che si trattasse di qualcosa di pesante, ed io gli ho spiegato che è proprio così, e che se il famigerato casatiello, lo si fa  di fretta, e non si seguono un po i suoi tempi ti verrà davvero "nghiummus" trad: un piombo, proprio perchè è una pasta ricca.

Io procedo così:

1 kg di farina 0
1 cubetto di lievito di birra (per chi mi conosce sembrerà strano tutto questo lievito, ma aimè, vista la farcia, ci sta tutto)
250g di lievito madre al posto del lievito di birra
pepe in abbondanza
sale q.b. orientativamente 3 cucchiaini
1 cucchiaino di malto o uno di miele o uno di zucchero
strutto
acqua q.b. circa 600/700 g cioè fino ad avere un impasto sodo e non appiccicoso
400g circa, poi dipende dal gusto, di salumi a cubetti  (io messo solo salame al max un po di prosciutto crudo o pancetta)
250g di provolone dolce a cubetti
250g di provolone piccante a cubetti
100g di parmigiano grattugiato
80g di pecorino grattugiato
4/5 uova sode

Per prima cosa faccio la pasta di pane con la farina, l'acqua tiepida dove ho sciolto il lievito ed il malto, poi aggiungo il sale il pepe ed i formaggi grattugiati e metto a lievitare fino al raddoppio. Trascorso questo tempo, stendo l'impasto a rettangolo e con un pennello, spargo lo strutto e poi faccio una pega a tre, come per la sfoglia e faccio riposare un 15 minuti sul tavolo sotto una campana . Riprendo l'impasto, lo ridistendo e rifaccio lo stesso procedimento, ma con un giro a 4 stavolta, e rifaccio riposare altri 15 minuti sul tavolo sotto una campana, lo ridistendo sempre a rettangolo e cospargo tutto con i cubetti di salumi e formaggi, poi arrotolo dal lato lungo e formo un serpentone, che andrò a posizionare in uno stampo a ciambella, bello alto, unto di strutto. ricordate di conservare un po di pasta!!!
Intanto che lievita, lessate le uova, ed una volta fredde, dal lato della punta mettetele nell'impasto che lievita e copritele con un po di pasta, tanto da formare un incrocio.
Una volta raddoppiato/triplicato il suo volume, infornate in forno già caldo a 180° fino a cotttura, non meno di 45 minuti in genere


Le altre foto dell'interno, le ho cancellate per sbaglio, mi tocca rifarlo :p

4 commenti:

  1. ADORO IL CASATIELLO, E' DI UNA BONTA' UNICA, BRAVA!!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa sarebbe il mondo senza ihihhi
      Baci

      Elimina
  2. Iris! Non ci credo, sei tornata ad aggiornare il blog!!! Ben 4 post in pochi giorni, sono contenta!
    E poi, il casatiello, la passione mia... è tanto che non lo faccio, ogni tanto ci penso, mi dico che lo devo rifare, ma poi finisco per dare la precedenza al qualcos'altro :-(
    Devo impegnarmi di più! :-)
    Bene cara, spero che adesso non sparirai più :-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Concetta, nooo non sparisco più, promesso. Sto prendendo tante decisioni importanti, una di qeste riguarda proprio il blogghino mio ;)

      Elimina