giovedì 27 marzo 2014

Panini per le feste

Devono arrivare qui nel pomeriggio 15 bambini scatenati, che offrirgli? Pane e salame piace a tutti, ma già vedo il pane da una parte ed il salame sulle poltrone, Romeo che se ne scappa con una fetta e allora??? Faccio dei bei panini già farciti all'interno :D

1kg di farina 00
400g di latte
200g di acqua
100g di strutto
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaino di malto
3 cucchiaini di sale
pepe q.b.
250g di salame milanese tagliato a pezzetti
250g di provolone semi piccante
80g di pecorino
3/4 di  cubetto di lievito


Ho sciolto il lievito nell'acqua, zucchero,  malto e latte,  nella planetaria ho versato la farina, lo strutto, il sale, lo zucchero ed il pepe, e avviato l'impasto fino ad avere un bel compostomorbido ed elastico. Una volta raddoppiato ho unito i salumi e rimesso a lievitare, poi ho preso l'impasto e formato i panini e messi su una teglia coperta di carta forno. Ho atteso che rilievitassero, per poi infornarli a 180° per 20 minuti circa. Ottimi!!!!


domenica 16 marzo 2014

Scialatielli castagne, funghi e pancetta

Un piatto davvero gustoso, mangiato in un risto e riprodotto subito a casa:

Tutto ad occhio :D

castagne
misto funghi con porcini (usato quello surgelato)
pancetta
olio
aglio
sale e pepe
grana padano
prezzemolo

Per prima cosa ho lessato le castagne secche fino a che non sono diventate belle mobide.
In una padella ho fatto andare la pancetta con l'olio e l'aglio  e poi ho unito i funghi,il sale ed il pepe... sul finire ho unito le castagne, ed una manciatina di prezzemolo.
Ho lessato gli scialatielli, messi nella padella dove c'era tutto l'intingolo, e fatto saltare un po. Cosparso di grana padano grattugiato ed impiattato. Ottimi

domenica 9 marzo 2014

La pizza di scarole

 Io la amo, e poi è un modo come un altro per mangiare la pizza con meno sensi di colpa: ci sono le verdure!!!!!!
Io faccio così:
Una pasta di pizza così alla quale però dopo la lievitazione aggiungo 1 cucchiaio di strutto o 1/2 biccchiere di olio evo e faccio ricrescere l'impasto.
Intanto lavo le scarole e le metto in una pentola senza nulla, solo un po di sale e metto sul fuoco con il coperchio. Dopo poco le scarole inizieranno a perdere la loro acqua e cominceranno ad ammorbidirsi. Cotte e scolate le scarole, le salto in padella con:
olio evo Troiano,
1 acciughina spinata sott'olio,SE LA OMETTETE la ricetta sarà perfettamente vegana/vegetariana
100g  di olive nere,
1 cucchiaio di capperi,
1 cucchiaio di pinoli,
sale e pepe q. b.
La ricetta originale napoletana vorrebbe anche un 50 g di  uvette, ma a me proprio non piacciono, e quindi non le metto!!!! Ma a voi se piacessero mettetecele pure, mia sorella le adora
Divido in due parti l'impasto, e metto la prima parte sul fondo di una teglia unta, metto le scarole, e l'altro strato di pasta.
Infornno in forno già caldo a 200°. e cuocio fino a che non diventa di un bel dorato, in genere un 45 minuti.
Se vi piace potete con la pasta decorare la superfice. ^_^


giovedì 6 marzo 2014

Tiramisùùùùù

Il tiramisù, per chi non lo sapesse, è uno dei  miei dolci preferiti :p questa volta ho voluto provare la versione di Montersino... Il risultato è stato ottimo.

 Ho inziato facendo un pds con massa più pesante, che poi ho tagliato a losanghe:
150g di uova sgusciate
150g di farina
150g di zucchero
con il  solito procedimento

Mentre il pds cuoceva ho fatto la base pastorizzata con:

175 g di tuorli
340 g di zucchero semolato ..ma si poteva ridurre di 30g
100 g di acqua
1 baccello di vaniglia
Ho messo l'acqua e lo zucchero in un pentolino sul fuoco, portato alla temperatura di 121 °C  (uffa che noia, però il risultato >_< ) e versato poi  a filo sui tuorli già precedentemente semimontati nella planetaria. Ho montato sempre li  fino al raffreddamento.
 
Per la crema al mascarpone invece:
 
450 g di base tiramisù pastorizzata, cioè quella che avevo fatto prima
500 g di mascarpone
500 g di panna
Ho unito  il mascarpone alla base tiramisù, mescolato per benino e poi ho  incorporato la panna  montata.
Una volta pronta l'ho assagiata ed era già divina, però mancava una cosa.. cosa??? Un po di strega!!! il mio liquore preferito :p
 
Per la bagna al caffè ammetto di aver fatto un po a testa mia e secondo il gusto di mio figlio, lui non ama molto il caffè, per cui rispetto alla ricetta originale ne ho messo ben poco.

 
In una pirofila ho alternato strati di crema e di pds, leggermente irrorato di caffè, come si può ben vedere ho realizzato 3 strati ed ho  terminato con la crema. ho  riposto  in frigorifero a riposare per almeno 2 ore e prima di servire ho spolverizzate con il cacao 
 
Mentre versavo la crema dalla ciotola della planetaria nella pirofila, e prima che levassi  le fruste un po sporche di crema, queste  hanno gocciolato un po sul mobile, indovinate chi è andato a lucidarmelo???? 

Le tracce del misfatto sono ancora sulla sn vicino al naso!!!


martedì 4 marzo 2014

Le mie pallottole di carnevale

 A carnevale non possono mai mancare a casa mia, sono un dolcino semplice ma buono.

Ingredienti:

Farina 00 circa 400g
1 uovo
50 g d burro
100g di latte
50g di zucchero
1/4 di cubetto di lievito
1c di essenza di vaniglia
l scorza grattugiata di limone
1 pizzico di sale
olio per friggere
Per guarnire:
zucchero semolato oppure
zucchero al velo
cannella in polvere

 Procedimento


Sciogliere il lievito nel latte, poi unire burro, uovo, zucchero e vaniglia e mescolare un po. Unire la farina un po per volta, ed il sale, fino ad ottenere un composto morbido ed elastico, che lasceremo riposare per almeno un'ora e mezza, o comunque fino a che l'impasto  non è lievitato per bene.
Prendere l'impasto, e tagliarlo in tante palline poco più piccole di una noce, copritele e lasciatele lievitare nuovamente per circa 45 minuti. Cuocere in olio profondo caldo, ma non rovente, altrimente rischierete di lasciare le palline crude all'interno. Una volta cotte, far assorbire l'olio in eccesso, ma vi garantisco che sarà pochissimo, e rotolarle nello zucchero semolato,come nella foto su in alto,  oppure spolverizzatele di zucchero al velo e cannella, come nella foto qui in basso.

 Romeo mentre le preparavo è stato tutto il tempo a farmi compagnia, un vero tesoro.