mercoledì 27 marzo 2013

Auguri Emanueleeeee

Emanuele è un simpatico bambino figlio di una mia cara amica, voleva la torta con  Manny tutto fare....E chi è ????? Mi sono chiesta, per cui mi son documentata e questo è il risultato. Sono abbastanza soddisfatta, anche se potevo fare di meglio, ma un po alla volta forse diventerò più brava :D
Tutti però i partecipanti hanno lodato il gusto, tutti a chiedermi la ricetta e tutti a dire : "finalmente una torta decorata che oltre ad essere bella è finalmente buona"  Questo per me non ha prezzo.... ♥
Scusate le tante foto, ma sono troppo contenta questa sera
L'ho fatta senza glutine per farla mangiare anche all a cuginetta del festeggiato, ma nessuno se ne è accorto ;)
 Erano alternati basi al cioccolato e pds
per la base al cioccolato ho usato
 10 uova
360g di cioccolato*
330g di zucchero
270g di farina senza glutine, io ho usato: DS
270g di burro di buona qualità
70g di zucchero al velo*
sale un pizzico
1/2 bustina di lievito*
1c di estratto di vaniglia
tortiere da 28 e 18cm

Montare assieme burro, zucchero al velo, sale e vaniglia, poi quando il composto è bello chairo e spumoso unire  i tuorli uno alla volta e poi il  il cioccolato fatto precedentemente fondere e  raffreddare. Unire ora lenatamente la farina setaccciata con il lievito, sempre un po per volta, dal basso verso l'alto. Preparare intanto una meringa con gli albumi e lo zucchero ed unire al precedentemente composto. Cuocere a 170° per circa 1 ora circa.....come sempre dipende dal vostro forno.


Per il pds invece ho usato


6 uova
180g di zucchero
180g di farina senza glutine DS


Montato per almeno 15 minuti le uova con lo zucchero, poi unito  con una spatola la farina con movimenti dolci ma decisi, dal basso verso l'alto, così da non smontare il composto. Inforno in forno già caldo a 160°

Per la farcia:
600g di panna fresca
375g di mascarpone
375g di Philadelphia
225g di zucchero al velo consentito

Bagna
latte e cacao consentito

 Pdz: Modecor Elite, che è senza glutine

Crema al burro
250g di burro di centrifuga
500 di zucchero al velo




C'è stato un attimo in cui ho tremato: una bambina si stava divertendo  troppo a staccare gli occhi a tutti i personaggi!!! Per fortuna avevo portato con me pasta di zucchero di scorta ed ho potuto rimediare.... La cosa bella che quella che si è arrabiata è
stata lei!!!!


Il festeggiato è il bimbo bello in braccio all'animatrice :D

mercoledì 13 marzo 2013

Congratulazioni Luca

Questa tortina non era assolutamente in programma...fatta in 24 ore ( e si vede ihihih) è per il figlio di una persona cara alla nostra famiglia, che domani si laurea in ingegneria informatica.

Fatta con la mia solita torta al cioccolato (oramai la vogliono tutti o.0  )
bagna al rum
crema con:
400g di panna montata fermissima
250g di mascarpone
250di formaggio philadelphia
150g di zucchero al velo
gocce di cioccolato bianco e fondente

Ho messo sulle 3 calle anche una spiga di grano come segno di buon augurio ed abbondanza e tutto intorno delle foglie di alloro in gum paste. Purtroppo il bozzettino sul davanti l'ha fatto il ripiano della porta del frigo :(((

Indovinate chi si è trovato a passare mentre toglievo la farina di eccesso dalla teglia (ho finito lo staccateglie :((( )?????
Mi si è invecchiato il micioooooo :D



lunedì 4 marzo 2013

Babà


Il babà è una cosa seria,  co babà nun se pazzeja (non si gioca)  è una cura che fa bene, o babà nun po ingannà (non può ingannarvi) il babà è come il ciucciotto, la coperta di Linus, se cercate un antistress accattatev (compratevi) o babà.....
 
 Così recitava la famosa canzone di  Marisa Laurito, ed è vero, è un dolce all'apparenza banale, ma una volta che lo mangi, cambi immediatamente idea!!! Persino la Regina Elisabetta di Inghilterra, quando venne in visita a Caserta, alla cena di gala lo apprezzò tantissimo, fino a chiederne un bis :D
Il suo profumo, il suo sapore piacevole e garbato, ne fa uno dei miei dolci preferiti, uno di quelli a cui non so dire no


Questa è la mia versione:
400g di farina Manitoba molino Caputo
8 uova (non pensate al colosterolo, ma a quello che mangerete dopo)
100g di burro di centrifuga
50g di zucchero
1 panetto di lievito da 25g
1 pizzico di sale

Perla bagna:
1 litro di acqua
400g di zucchero
la buccia di un limone
mezzo bicchiere di Rum




 
Nella ciotola della planetaria mescolate : farina, sale,zucchero e le prime 4 uova. Poi unite il burro, il lievito e le altre 4 uova una alla volta. Lavorate fino a quando il composto non si staccherà dalle pareti della ciotola, io ci ho messo 35 minuti.....Poi mettetelo a lievitare in una bella teglia da ciambella bella alta, fino al raddoppio almeno.
Cotto in forno statico a 180° per 30 minuti circa. Una volta freddato l'ho bagnanto ripetutamente, anche strizzandolo un po come per una spugna...L'ideale sarebbe amngiarlo il giorno dopo...

venerdì 1 marzo 2013

I fagioli tondino di Auletta


Il sabato mattina, per mia grande fortuna, vicino casa mia si tiene il mercatino della Coldiretti, dove mi reco ogni volta perchè trovo sempre prodotti freschi e a buon mercato, cosa non da poco in questo periodo di crisi  ^_^
L'ultima volta che ci sono stata ho comprato questi fantastici fagioli tondini, provenienti dal comune di Auletta in provincia di Salerno, all'interno del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano: a prima vista non sembrano avere nulla di particolare, ma invece pensate che non hanno quasi buccia, erano secchi, ma si sono cotti, rigorosamente nella pentola  di coccio, in un'ora soltanto, senza nessun ammollo :D

Sono belli cicciotti e farinosi, veramente buoni.
Io li ho cotti semplicemente con un po di olio evo, uno spicchio di aglio, un cucchiaino di pomodoro concentratoper dare un po di colore,  ed un po di sedano, lasciati sobbollire fino a cottura, poi ho messo il sale e calato il riso (carnaroli)
Nessun effetto collaterale.....ci siamo capiti ;)