giovedì 28 febbraio 2013

Canestrelli

E ci sono momenti, proprio come questo, dove ti fermi, ti guardi intorno e pensi chissà dove ho sbagliato.......??? O forse lo sai, ti rendi conto di tante cose di cui non sei all'altezza, e ti dici... ma dove volevi andare, non sei nessuno....e allora  ti viene voglia di mandare tutto all'aria, di cancellare tutto con un colpo di spugna, e sei stanca, stanca delle meschinità, stanca dei sotterfuggi, stanca dell'ultima sconosciuta di turno che dice che tu parli male di lei.. io??? Ma chi ti conosce??? Stanca di dovere spingere gli altri a farsi avanti, stanca di scoprirti ogni giorno sempre più incapace su tante cose....incapace tante volte anche a dire no...  E devi anche cancellare un post, perchè da fastidio a chi ti diceva che ti stimava tanto, e a chi ti riteneva come una sorella.... e così assieme a tutto questo, riapro le scatole dei miei ricordi, quelli brutti brutti, quelle che non dovrei mai aprire e salta ancora una volta fuori quella stramaledetta cassetta di patate!!! Perchè tutto succede per una cassetta di patate.......Vorrei cambiare tutto, non voglio più sapere nulla, io nell'ombra ci sto bene, il grigio è un bel colore, mi dona... E allora accendo il mio forno, preparo i biscotti per mio figlio e li mangiamo assieme davanti alla tv, in silenzio, lui sa che non è il momento..e mi sta vicino.

 2 tuorli
200 g di burro tedesco
300 g di farina debole per dolci
100g di zucchero al velo
zucchero al velo per lo spolvero
1c di essenza di vaniglia
1 pizzico di sale

Fatta la fontana sul tavolo con farina e zucchero e poi al centro tutti gli altri ingredienti, lavorato il tutto in fretta e messo a riposare in frigo per un'ora. Ripreso l'impasto, steso e ritagliato con un tagliabiscotti fiorato. Infornati a 170° per 15 minuti circa. Sfornati e freddati li ho ricoperti di zucchero al velo

sabato 23 febbraio 2013

Treccia al miele

Ho fatto questa treccia per colazione, ma  erroneamente ho cancellato le foto, ho solo questa purtroppo  :( immaginate il resto....
ho usato:
500g di farina manitoba molino chiavazza
500g di farina 00 molino chiavazza
5 cucchiai di miele di agrumi biologico
1 panetto di lievito
un cucchiaino di zucchero
2 bicchieri di latte
330g di panna fresca
1+1/2 cucchiaino di cannella in polvere
1 scorza di arancia grattugiata di giardino non trattata
150g di granella tra mandorle, nocciole e arachidi

Ho sciolto il lievito e zucchero nel latte poi ho versato il tutto nella ciotola della planetaria, dove precedentemente avevo versato le farine, ho azionato e poi pian piano ho versato la panna, le granelle e verso la fine la cannella e la scorza grattugiata di arancia. Ho fatto lavorare la pasta fino a quando non è diventato bello morbido e compatto, e l'ho lasciato riposare fino al raddoppio.
Una volta raddoppiato ho taglato tre filoni, li ho intrecciati e rimessi a lievitare, per circa altri 45minuti. Poi ho infornato in forno già caldo a 180°
Il risultato è stato buono,  la mattina ne mangio una fetta con su un po di miele e vi garantisco che è mmmmmm  La ps volta provo a fare prima la biga, così diminuisco un po il lievito, oramai mi sembra strano usare un panetto ihihihi vi terrò aggiornate :D


domenica 10 febbraio 2013

Tortine di mele, cannella e mandorle

E' domenica, voglia di un dolcino ma pochissimi ingredienti in casa :(((( che fare???
Per fortuna avevo il mio salvatutto: la pasta sfoglia :D questa volta non mia ma acquistata e così ho fatto queste veloci e simpaticissime tartellette.
Se acquistate pasta sfoglia fatta con grassi vegetali, è anche un'ottima ricetta vegana ^_^
Ho tagliato una mela in tanti pezzi piccoli piccoli e li ho messi in una ciotola con il succo di un'arancia
Ho acceso il forno a 200° e atteso che arrivasse a temperatura,  tolto la pasta sfoglia dal frigoe tagliata in cerchi con un coppatasta. Ogni cerchietto l'ho messo nel suo pirottino e poi a sua volta in uno stampino di alluminio, farcito con un cucchiaino di mandorle,uno di mele, mezzo di zucchero di canna, e un pizzico di cannella. Richiuso con un nuovo cerchietto di pasta sfoglia, ed infornato in forno già caldo per circa 20 minuti.


venerdì 8 febbraio 2013

Pizza patate e salsiccia

Oggi fa decisamente freddo, sul Vesuvio c'è la neve,




 e la voglia di accendere il forno è tanta, che fare??? Mi guardo in giro e ci sono belle belle salsicce luganega avanzate, del buon fior di latte di Agerola mi guarda tentatore e le patate per la cena saltate in padella sono ancora fumanti... :PIZZA!!!!!
Ho fatto subito un po di pasta ed ecco il risultato

Le patate sono state saltate in padella con olio evo, sale, pepe, rosmarino e aglio.
Le salsicce saltate in padella con olio evo e vino bianco
La pasta della pizza l'ho fattacosì  aumentando solo il cubetto di lievito a metà per via del tempo a mia disposizione

Ho unto un teglia, steso il primo strato di pasta, messo su salsicce, patate e fior di latte, ricoperto con un altro strato di pasta, pennellato con un altro po di olio evo e poi infornato a  200° per circa 25 minuti.

Romeo intanto ha preferito ficcarsi sotto la sua copertina

martedì 5 febbraio 2013

Fiore di pane di Letizia

Letizia non ho resistito, proprio non ci sono riuscita, appena ho visto il tuo bel fiore di pane sono corsa in cucina e l'ho replicato subito subito....Unica differenza il lievito, purtroppo non avevo lievito madre, per cui ho usato il lievito di birra.
Questa è la foto appena sfornato, ora è bollente, dopo l'assaggio e vi racconto com'è :D



ho fatto solo una modifica alla ricetta di Letizia:
ho usato mezzo panetto di lievito e siccome il lievito madre, nella ricetta originale, era 200g, ho unito agli ingredienti altri 130g di farina e 70g di acqua :D