mercoledì 18 dicembre 2013

Pillole di salute per i ns amici a 4 zampe





Ecco la nuova piccola rubrica del mio blog: le pillole di salute del dottore Canello, tanti piccoli consigli per i ns amati amici a 4 zampe. :)




IMPORTANZA DEL RAPPORTO OMEGA3 E OMEGA6 IN RELAZIONE ALL’OBESITA’

In questo breve redazionale troverete delle informazioni molto interessanti legate alle reali cause della sempre più diffusa tendenza all’obesità nell’uomo, ma è pur vero che gli stessi meccanismi si verificano in modo pressochè identico anche nei nostri animali domestici. Queste utili informazioni possono aiutare tutti a essere maggiormente consapevoli e a vivere meglio.
Lo squilibrio fra Omega3/6, sempre a sfavore degli Omega3 per la trasformazione dei cicli naturali di produzione agricola, oltre ad alimentare i processi infiammatori dovuti alla presenza del residuo tossico dell’ossitetraciclina, provoca la tendenza all’obesità?
Parlo di tendenza, ma è molto di più: è sufficiente andare a verificare l’epidemia (si parla di epidemia, quando si presenta un numero molto alto di casi di una precisa patologia, indipendentemente dalla contagiosità) di obesità nei lattanti, ove l’unica causa logica è proprio l’uso di un alimento fortemente squilibrato negli onnipresenti Omega6: il latte! Il motivo è molto semplice: le vacche da latte vengono allevate fondamentalmente con gli insilati di mais, mentre la natura ha previsto per loro la semplice erba. Solo che l’erba è ricchissima di Omega3, mentre il mais è l’esatto contrario. Madre natura ha previsto tutto, andando a fare in modo che l’erba diventi particolarmente ricca di Omega3 durante la primavera, permettendo alle femmine in gravidanza di averne nel proprio sangue in forte quantità e ai loro feti di beneficiarne durante la gestazione. Ricordo che gli Omega3 sono indispensabili anche per lo sviluppo cerebrale, e che nulla è lasciato al caso. Tornando all’obesità, è sotto gli occhi di tutti l’esempio statunitense, ove l’obesità è diventata un’emergenza nazionale. Tuttavia, è necessario sottolineare una cosa: se si osserva la popolazione di una grande città nordamericana, posto ideale per vedere migliaia e migliaia di persone, si può facilmente notare che non ci sono mezze misure: le persone, o sono normali o sono esageratamente grasse. La mia convinzione è che determinati individui diventino obesi perché il loro organismo, più degli altri, si squilibra a causa di un’alimentazione esageratamente ricca di Omega6 e poverissima di Omega3, sempre a causa della trasformazione dei cicli di produzione agricola. E’ vero che ci sono individui che mangiano in modo veramente esagerato, ma credo sia più un effetto che una causa dello squilibrio. Da questo punto di vista, risulta importante la ricerca pubblicata recentemente sulla rivista American Journal of Lipid Research, che ha imputato lo sviluppo dell’obesità allo squilibrio nell’ alimentazione nel rapporto tra omega 6 e omega 3. Secondo questo studio presentato dal professor Gerard Ailhaud (Università di Nice-Sophia Antipolis in con CNRS, INRA), lo squilibrio del rapporto omega 6 e omega 3, promuove l'obesità da una generazione all'altra.
Questo è estremamente importante perché potrebbe spiegare come mai i figli degli obesi vadano troppo spesso incontro allo stesso destino.
Per la dimostrazione, i ricercatori hanno esposto quattro generazioni di cavie a una dieta di tipo occidentale, replicando lo squilibrio tra omega-6 e 3 (10/1) e hanno notato che le cavie sono gradualmente aumentate di peso nelle successive generazioni.
Per spiegare questa trasmissione da una generazione all'altra è necessario coinvolgere l’epigenetica: vale a dire che il patrimonio genetico (genoma), non può essere modificato, ma il funzionamento di alcuni geni si può alterare perché regolati proprio dall’alimentazione.
Rammentiamo che omega 6 e omega 3 sono acidi grassi polinsaturi essenziali per il corpo umano, che non è in grado di produrre, e bisogna introdurli con l’alimentazione.
Negli ultimi decenni, l'obesità è nettamente aumentata, contemporaneamente alla trasformazione delle caratteristiche del grasso. Non è certo difficile collegare tutto ciò con l’aumento nell'alimentazione di omega 6 a svantaggio dell’ omega-3.
Metto in evidenza che al mondo non siamo tutti pazzi e incoscienti, e che esiste, ad esempio, la filiera del lino (i semi di lino sono ricchissimi di Omega3) nell’allevamento dei bovini ma non solo. Questo provvedimento, banale ma molto efficace, permette agli stessi animali da carne di vivere in condizioni di salute vicine alla normalità, consentendo, allo stesso tempo, la produzione di prodotti molto più sani (latte, carne, uova, formaggi, yogurt).

Fermo restando una considerazione di fondo: l’allevamento di animali per mangiarli è ormai una pratica insostenibili per vari motivi, prima etico, ma anche non volendoci fermare a quello che ritengo imprescindibile, l’allevamento intensivo ha un prezzo insostenibile sia per lo spreco di risorse sia per l’inquinamento provocato dalle deiezioni degli animali (gas metano in enormi quantità) e dai prodotti chimici e farmacologici utilizzati nel ciclo di produzione.
Ricordo che il rapporto Omega 6/Omega 3 è triplicato o quadruplicato in quarant'anni e negli Stati Uniti è arrivato a 40 a 1, mentre in Europa la media è di10/1, già molto alta.
Come dicevo, gli Omega3 sono presenti nei semi di lino, colza, canapa e pesci, specie quelli grassi (salmone, sardine e sgombri sono ricchi). Per l’uomo, la raccomandazione è di mangiare questo tipo di pesce una o due volte alla settimana, visto che contribuisce anche a tenere asciutto il fisico. Non conviene esagerare neanche nel consumo di pesce, perché una vita media ormai intorno ai 90 anni può realmente portare ad un accumulo di metalli pesanti tossici. Lo stesso non vale per cani e gatti poiché la loro vita media è cinque volte inferiore a quella del genere umano. Pertanto bisogna fare molta attenzione a questo delicato rapporto fra Omega3 e Omega6 affinchè, nella loro alimentazione quotidiana, risulti equilibrato e mai sbilanciato verso gli Omega6.

venerdì 13 dicembre 2013

Maestri in fiera






Domani e domenica a Maestri in Fiera - Mostra dell'Artigianato sarà presente la cake decorator, Maestra internazionale, 4° decoratore al mondo Teresa Insero, che terrà delle demo sui dolci natalizi.
Con lei la cake decorator Iris Manco, che terrà delle demo sui confetti decorati e su piccoli personaggi natalizi... Non mancate!

venerdì 25 ottobre 2013

Ed ora sono anche qui

Scusatemi tutti, non riesco più a scrivere, a passare nelle Vs belle case e non riesco nemmeno a scrivere nel mio forum felino preferito :( le cose da fare 1000, i problemuci tanti...ma eccomi qui al cake fest italia che si terrà al Belvedere di San Leucio (CE) patrimonio UNESCO. Teresa sarà la madrina dell'evento, io vi allieterò con i miei confetti decorati ^_^

Se passere, e ve lo consiglio,  passate a salutarmi, ne avrò piacere :D



sabato 12 ottobre 2013

Ci sono anch' io :)

 Ebbene si, questa volta mi dovrete sopportare per ben 2 ore :D


Nel corso della    manifestazione La Città del benessere, troverete un'ampia sezione dedicata alla passione  cake design, grazie all'intervento di  Paola Fermo e del suo portale 
Se foste interessati ad un corso o workshop, vi do il link dove trovare tutto e potervi prenotare :)

lunedì 23 settembre 2013

Scene da un anniversario

Mia sorella ha compiuto il 10 settembre 25 anni di matrimonio :) vi lascio qualche scatto ^_^

Mia sorella accompagnata dai 2 figli maggiori
 Tutti in chiesa
 Il Parroco li accoglie
 Lo scambio degli anelli



 La famiglia al gran completo con il Parroco
 La fantastica e buonissima torta fatta da Teresa,   
manco una briciola è avanzata.


 Notare la mano di mio cognato!!!! Povera Teresa
E poi noi, mio padre, noi,  amici e parenti di cui qualcuno visibilmente annoiato ;)








La piccola confettata a base di confetti Crispo una bontà indescrivibile :p

martedì 30 luglio 2013

ho compiuto 40 anni


Ebbene si anche io sono entrata negli anta :D Mi hanno festeggiato mia sorella e la mia amica Teresa, che cosa potevo volere di più??? Nulla è stata una bella giornata davvero, un magnifico picnic, come piace a me, sul Mafariello, il monte che piace a me  ^_^

Come mi sento? Bilanci??? Noo proprio niente, la solita "capa fresca"  ebbene si sono quella di sempre: polemica, permalosa,  scocciante, disordinata, testarda, ma ottimista :)

La torta me l'ha preparata Teresa!!!!! Una delizia ai frutti di bosco, peccato sia finita :P

 Con Mia sorella e Teresa
 La bella tavolata
 Casatiello preparato da mia sorella

 Lasagna alla bolognese fatta da me

Spiedini...
 Pancetta :P

Limoncello Terre pompeiane
I miei boys
p.s. molte foto le ho rubate a Teresa ;)

 Certo inutile dire che qualcuno che non doveva si è perfettamente dimenticato, come negli ultimi 20 anni d'altronde, ma oramai è subentrata l'abitudine :(

sabato 27 luglio 2013

Occhiali da sole

La mia collaborazione con Firmoo continua......

Devo ammettere che a volte mi sento a disagio quando c'è una giornata piena di sole perchè alla  forte luce del sole, i miei occhi  non si vogliono aprire. Quindi, per questa estate, ho deciso prendo  un paio di occhiali da sole fumé o a lenti colorate o oscurate o polarizzante così  proteggo gli occhi dal riverbero del sole.  Su Firmoo, ci sono tanti colori e tante  varietà a mia disposizione, e tante belle novità :D
Se non avete mai provato prima,  vi dico che si può anche ottenere il vostro primo paio di occhiali da sole con prescrizione da Firmoo.com, e se sei un fashionista , pensa a un bel paio di occhiali da sole da utilizzare anche per la guida.

guardate che belle montature ^_^

martedì 23 luglio 2013

Buon Compleanno nipotina mia

La mia nipotina  ha compiuto 14 anni, studia pianoforte ed è molto "sciccosa" per cui ecco cosa ho prodotto: Tanti auguri amorino di zia 


Ecco il ns segno distintivo: un gatto :D Teresa dice sempre che accanto a me se ne vede spuntare sempre uno ;) ..

Eccola qui la piccirella mia 




giovedì 11 luglio 2013

Parmigiana di melanzane

Le melanzane, che invenzione... adesso è proprio il loro periodo per cui come non fare una bella parmigiana??? Ognuno ha la sua ricetta, ogno metodo è buono e valido, basta che soddisfi il nostro palato ;) La si può fare con le semplici melanzane fritte, passate in farina e fritte, c'è chi la fa con le melanzane grigliate, risparmiando un po di calorie, chi con le melanzane a crudo e chi con le melanzane cotte al forno.... Dopo tutti i tentativi su descritti mio marito ha detto si a questa :D e per una volta non brontola e mangia soddisfatto!!!!!

1kg di melanzane circa, lavate e sbucciate
3 uova battute con un pizzico di sale
farina per infarinare
1l di olio di arachide
un bel sugo di pomodoro, io ho scelto Pomì
150g circa di grana padano grattugiato Bella Lodi
300g di provola fresca taglaita sottile e sgocciolata o formaggio fresco tipo Bebè di Sorrento

Sbucciare e affettare le melanzane, metterle in un colapasta cosparse di sale per ogni strato, per far eliminare l'acqua amara delle stesse, per circa 2/3 ore......in questo periodo l'acqua è veramente poca, ma in altre stagioni anche 5/6
trascorso questo tempo sciacquarle ed asciugarle, poi passarle nella farina,  nell'uovo e poi farle friggere in olio ben caldo fino a quando saranno ben dorate :)

 In una pirofila intanto, mettere un fondo di sugo (anche ragù) ed adagiare il primo strato di melanzane fritte e sgocciolate dall'olio
  Adagiare sopra il formaggio tagliato a fettine sottili
Cospargere di grana padano grattugiato e poco sugo a cucchiaiate
 e procedere così fino alla fine

 Sull'ultimo strato di melanzane versare abbondante sugo e grana  qui lo amano grattugiato a striscette 

.
ma voi procedete come più vi piace ^_^


 Cuocere in forno almeno per un'ora, e comunque fino a che farà una bella e piacevole crosticina.
 Ecco a voi il risultato finale :D

p.s. Laura ecco la famosa ricetta, non è "croccante" ;) e tu mi capisci!!!!

giovedì 27 giugno 2013

Orzotto simil milanese

Bhe in effetti si è un simil risotto alla simil milanese...
Io amo moltissimo l'orzo perlato, lo trovo molto versatile, digeribile, cerco di coniugarlo come più posso, spesso, come in questo caso, lo tratto proprio come un risotto... Ecco cosa ho combinato questa volta :D



250 g di Orzo perlato lavato
battuto di sedano carote e cipolle
prosciutto crudo circa 1 etto
burro q.b.
1 dado da brodo vegetale Fattoria Italia
pistilli di zafferano
Fette di formaggio Raspa dura Bella Lodi
1 bicchiere di vino bianco

In una pentola ho fatto andare burro e battuto, poi ho unito il prosciutto crudo, e dopo l'orzo, che ho fatto ben tostare. Dopo ho sfumato con vino bianco ed una volta evaporato, ho messo tutto insieme mezzo litro di brodo caldo, dove avevo messo in ammollo anche i pistilli di zafferano. Messo il coperchio sulla pentola e cotto, girando di tanto in tanto per circa 30 minuti. Al contario del riso, l'orzo non va mescolato di continuo, e il brodo si può mettere tutto insieme, diciamolo pure è una gran bella comodità!!!! Una volta cotto ho impiattato e messa una sfoglia di formaggio in ogni piatto. Spazzolato subito :D