lunedì 28 febbraio 2011

Sorpresa!!!

Eccoci qui con un bellissimo premio che mi ha fatto la mia amica Katya  nel suo bellissimo  blog ,  che emozione, e che bel premio,  grazie ancora :-)


Queste sono le regole che bisogna seguire per portare avanti questa simpatica idea:
1) Accettare il premio e scrivere un post a riguardo,
2)Scegliere da 3 a 5 blog che vi piacciono e che volete far conoscere comunicando loro che hanno ricevuto il   premio,
3) Linkare il post alla persona che ve lo ha inviato.

Lo scopo di questo premio è dare la possibilità ai nuovi blog di farsi conoscere un po' di più.

Allora i blog che ho scelto com'è scritto sopra sono nati da poco e quindi questo simpatico premio servirà a  dar loro piu' visibilità
Tania
Lisbeth
Patrizia

venerdì 25 febbraio 2011

Involtini di verza di Antonio

Ed ecco a voi la terza ricetta di Antonio!!!

Giorni fa arriva e mi dice:
"Mamma che ne dici se facciamo dei rotolini così: prendiamo delle foglie di verdura poi sopra ci mettiamo il prosciutto cotto, poi della carne macinata, dei piselli, del parmigiano grattugiato e del formaggio che fonde e poi arrotoliamo tutto e lo mettiamo nel forno con altro formaggio sopra?"
"Beh credo che venga un secondo gustoso, lo facciamo giovedì che a pranzo c'è pure papà"





Abbiamo fatto così:
 8 foglie di verza lessata in acqua salata
4 fette di prosciutto cotto*
carne macinata saltata in padella con un pochino di cipolla
piselli cotti da voi come meglio preferite
4 bei pezzotti di fontina
8 cucchai abbondanti di parmigiano
olio evo
sale q.b
* per i celiaci controllate il prontuario
Dopo avere lessato e fatto freddare le foglie di verza,ne abbiamo presa una e l' abbiamo ricoperta con il prosciutto cotto, su un lato abbiamo messo la carne tritata cotta, ripassata in padella con un po di olio evo e cipollina, i piselli cotti, un pezzo di fontina bello grosso ed un cucchiaio di parmigiano grattugiato. Abbiamo arrotolato partendo dal lato con il ripieno e poi abbiamo arrotolato intorno un'altra foglia di verza per essere sicuri che nulla fuoriuscisse. Abbiamo messo in una pirofila unta di olio evo gli involtini, abbiamo messo su ognuno un altro cucchiaio di parmigiano e abbiamo coperto con un foglio di alluminio ed infornato per circa 25 minuti. Gli ultimi 5 minuti abbiamo levato il foglio per far fare la crosticina :-) . A noi sono piaciuti molto ed Antonio ha pensato che la prossima volta li dobbiamo rifare ricopredoli però  con della  besciamella al gusto formaggio.

mercoledì 23 febbraio 2011

I panini di Teresa

Un paio di anni fa, ad un picnic, la mia amica Teresa portò questi deliziosi panini ed io me ne sono innamorata subito :-) qualche giorno fa li ho rifatti, non vi dico il profumo in cucina....Grazie ancora Teresa


Ecco la ricetta per rifarli:

300 g di farina manitoba
100 g di farina 00
100 g di semola rimacinata di grano duro (mia personalissima modifica :-)in mancanza 00 )
1 cubetto di lievito di birra (io 1/2 ma ho raddoppiato i tempi di lievitazione, è una mia mania)
300 gr di latte intero
1 cucchiaio di glucosio
2 cucchiaini di sale
1 uovo sbattuto
20 di burro (io strutto, il burro era finito ;-)   )

latte e sesamo per spennellare.

Ho versato tutti gli ingredienti nella ciotola della planetaria ed ho fatto andare il gancio per almeno 15 minuti, poi ho spento e sono uscita con mia sorella a fare una ricca colazione al bar...Questo procedimento per la riuscita dei panini è essenziale, credetemi!!! Dopo una bella colazione a base di cafè e cornetto sfogliato con crema alla Strega, vi garantisco che tornerete dai panini più sorridenti e rilassati :-)))))
Ritornata a casa dopo circa 3 ore sono andata dal mio impasto che era ben raddoppiato ed ho formano delle palline che ho pennellato con il latte e cosparso di semi di sesamo. Ho atteso che rilievitassero e poi ho infornato a 200° per 20 minuti. Praticamente perfetti per feste di bambini, per Hamburgher, per i picnic...sono troppo buoni !!!!

lunedì 21 febbraio 2011

Gradite un biscotto?

Ho la nuova sparabiscotti  Bisquits Marcato !!!!!!!!!!!!! E secondo voi potevo mai non usarla???



Come prima volta ho usato la ricetta che è uscita dalla confezione, o meglio l'ho seguita fino ad un certo punto :-) chi mi conosce sa che devo aggiungerci del mio ;-)


500g di farina 00
250g di zucchero
250g di burro buono
1 pizzico di sale
1 tazzina di latte freddo intero
3 tuorli d'uovo
1 bustina di vanillina

Ho montato il burro freddo con lo zucchero, poi ho unito i tuorli uno  per volta, poi ho unito la farina ed il sale e poi per ultimo il latte. Ho messo il composto così ottenuto 10 minuti in frigo, poi l'ho ripreso e messo nella sparabiscotti . Ho messo le trafile che più mi piacevano e poi direttamente sulla teglia, senza MAI imburrare, mi sono divertita a "sparare" :-) Ho fatto divertire anche Antonio dico la verità....Infornato  a 180°con forno già caldo per 15 minuti. Buonissimi, semplicissimi ed anche divertenti da fare.

domenica 20 febbraio 2011

Scialatielli alle zucchine

Oggi è domenica, e come da tradizione oggi pranzetto buono e quindi cosa c'è di meglio della  pasta di Gragnano che è la più buona che ci sia? Niente!!!!
Ho pensato così di fare questi ottimi scialatielli di  Gragnano con le zucchine:

500g di scialatielli
150g di pancetta tesa tagliata a dadini
500g di zucchine tagliate a dadolini
3-4 pomodorini
100g di grana padano grattugiato
1 confezione di panna da cucina
1 mozzarella di bufala
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.

In una capiente padella ho fatto andare la pancetta, fino a quando non si è sciolto un po del suo grasso e poi ho unito le zucchine, i pomodorini ed un altro filo d'olio (la pancetta era magrissima) poi ho salato e pepato. Intanto ho lessato gli scialatielli al dente, li ho scolati e messi nella padellona con le zucchine, ho unito la confezione di panna, la mozzarella e il grana padano, ho acceso a fiamma vivace ed ho saltato per un bel po, fino a quando il tutto non fosse perfettamente amalgamato e la mozzarella fusa. Ho impiattato e ricoperto con altro grana padano. Qui sono piaciuti tantissimo :-)

giovedì 17 febbraio 2011

Una ricetta per il Santa Lucia



 Partecipo anche io con grandissimo piacere a   questa.  lodevolissima iniziativa, mi farebbe molto piacere che chi passasse di qui facesse lo stesso....E' una piccola goccia, ma in fondo il mare non è fatto di gocce... Regalo con piacere        questa ricetta che è la preferita da mio figlio e mio nipote 

martedì 15 febbraio 2011

Arancini riciclati

Ebbene si, mi piace riciclare gli avanzi, dargli nuova vita!!!
Mia nipote su questa storia non transige, dice che da me si mangiano solo avanzi, pensate che l'estate scorsa me la sono portata con me in vacanza e appena tornata a casa sua, il suo primo commento è stato"mamma, un mese intero ho mangiato solo avanzi!!!!!!!" Certo che dovevo avere cucinato proprio tanto il giorno che siamo arrivati, visto che poi per tutti gli altri giorni abbiamo mangiato solo avanzi  
 Questi arancini li ho fatti giorni fa per riclare del risotto alla milanese, ne avevo fatto un po troppo, così ho usato questi ingredienti per realizzarli :
2 tuorli d'uovo,
tanto grana padano grattugiato,
un po di pepe,
fior di latte di Agerola
delle polpettine (avanzate anch'esse da una grossa produzione e quindi congelate)
2 albumi
olio di arachide
Pan grattato (home made così riciclo pure il pane avanzato )
Ho mescolato per bene i tuorli, il formaggio ed il pepe al riso, poi ne ho preso una porzione nelle mani ho messo dentro il fiordilatte e poi ho chiuso a forma di arancino. Ho passato nell'album, un po battuto con la forchetta, e poi passato nel pangrattato. Fritti in olio di arachide bello caldo e profondo

venerdì 11 febbraio 2011

Muffin al cacao e ricotta senza glutine

Muffin senza glutine, muffin senza glutine    pensa che ti ripensa mi sono ricordata di alcuni ottimi muffin che avevo già riprodotto da  Più Dolci di marzo 2010, così cambiando qualcosina ecco cosa ho fatto:



Ho usato:
250g di   biaglut da 500g
30 g di fecola di patate
200g di panna
250g di ricotta (io ho usato la romana)
30g di cacao amaro consentito
3 uova
270g di zucchero
1 bustina di lievito consentito
1 cucchiaio di gocce di cioccolata consentite
1 pizzico di sale
Ho sbattuto ricotta e  zucchero poi ho unito i tuorli e la panna non montata. Intanto ho setacciato insieme la farina, il cacao e il lievito e ho unito il tutto al composto precedente un po per volta. Ho montato a neve fermissima l'albume con il sale e l'ho unito dolcemente al composto. Con l'aiuto di un cucchiaio ho messo il composto ottenuto nei pirottini da muffin e ho infornato, in forno già caldo, a 170° per 25 minuti circa   o almeno mi sembra   Ovviamente dipende dal forno. Sfornati e fatti raffreddare su una gratella    Buoni   Si mantengono morbidi per almeno un paio di giorni chiusi bene in un contenitore, di più non so perchè sono spariti subito, non c'è nessun retrogusto e mio nipote, strano ma vero li ha mangiati!!!!!!!!!

giovedì 10 febbraio 2011

Torta rose

Questa tortina la feci tanto tempo fa per un'amica di mia suocera, in occasione del suo onomastico. La cosa che mi fece più piacere fu la telefonata che mi fece qualche giorno dopo, per dirmi che l'aveva mangiata l'indomani con i suoi nipoti ed era andata letteralmente a ruba!!! :-)

Era un semplicissimo pds fatto con
7 uova grandissime
280g di zucchero
280g di farina
Montato per almeno 15 minuti le uova  e lo zucchero, poi unita la farina un po alla volta dal dbasso verso l'alto, così da non smontare nulla ed infornato a 170° per 45 minuti circa
Farcita con:
camy cream e tante tante fragole :-)
bagna al limoncello
e ricoperta sopra con panna fresca montata con un cucchiaino di pasta di fragole, dai qui il bel colore rosa senza coloranti, ed il buon gusto di fragola.
Sopra ho aggiunto delle rose in mmf di 4 colori diversi a simboleggiare: l'amicizia (il rosa), la saggezza (l'azzurro), la purezza (il bianco), rosso( che ho scoperto essere anche simbolo di rispetto, infatti la signora cucina delle cose squisite!!!!)

venerdì 4 febbraio 2011

Pastitsio greco

E' in pratica una sorta di pasta gratinata moooooolto gustosa, qui è piaciuta moltissimo.
Da quando frequentiamo il ristorantino greco che abbiamo vicino casa, spesso provo a ripetere i piatti mangiati li, ma per questo invece devo ringraziare una carissima coppia di amici che mi hanno fatto dono di un libro che riporta molte ricette greche, "il mediterraneo in 150 ricette".

Riporto fedelmente la ricetta:


125g di carne trita di manzo
125g di carne trita di agnello
1 cipolla
1 pomodoro pelato
75g di Kefalotiri grattugiato ( io parmigiano   )
1 cucchiaino di origano
30g di burro
45g di farina
300g di latte
4 cucchiai di olio evo
300g di rigatoni o penne rigate
sale e pepe q.b.

In una padella ho fatto soffriggere le cipolle tritate finemente e quando si sono dorate ho aggiunto la carne, il pomodoro e l'origano. Salato, pepato e fatto cuocere una ventina di minuti.
Intanto che si lessavano i maccheroni ho fatto la besciamella classica bella soda con burro, farina e latte, ma la prossima volta credo che raddoppio le quantità, perchè in Grecia diciamo che con la besciamella abbondano proprio
Ho scolato la pasta, l'ho messa in una pirofila unta di burro e poi lo cosparsa con la metà del parmigiano grattugiato, poi ho messo il trito di carne, poi la besciamella e poi il resto del parmigiano.
Infornato in forno già caldo a 200° per una ventina circa di minuti.

 Image

Come vedete dalla foto, sopra si è un po troppo cotto,       ho sbagliato la temperatura  
 p.s. la ricetta la pubblicai già su CIS il 09/07/2009

giovedì 3 febbraio 2011

Spaghetti sfiziosi

Questi spaghetti li faccio da tanto tempo, piacciono sempre e poi mi fanno pensare tanto all'unità d'Italia per via della provenienza dei vari ingredienti :-)


Olio evo (questa volta ho messo quello pugliese)
aglio (questa volta avellinese)
tonno (questa volta siciliano)
capperi (questa volta erano quelli raccolti nella mia casa a Capri)
olive nere taggiasche (questa volta liguri)
concentrato di pomodoro (questa volta salernitano)
un'acciuga sott'olio (anche questa salernitana)
un pochino di vino bianco (questa volta era inzolia siciliano )
 a chi piace peperoncino (era calabrese :-) )




Faccio soffriggere un po l'aglio nell'olio fino a quando non imbiondisce poi lo tolgo e aggiungo l'acciughina e faccio andare fino a che non si sfalda, poi  aggiungo i capperi, le olive ed il tonno. Sfumo un po con un terzo di bicchiere di vino bianco ed aggiungo un paio di cucchiaini di concentrato di pomodoro. Lesso gli spaghetti, trattengo un mestolino di acqua di cottura della pasta e trasferisco gli spaghetti in padella con l'intingolo, aggiungo l'acqua e faccio saltare un po.  Si mangia... Anto li gradisce senza peperoncino, io con tanto !!!


martedì 1 febbraio 2011

Torta medaglia d'oro

Lo so, è bruttarella, ma avevo pochissimo tempo a disposizione...
L'ho fatta per mio nipote Francesco che ha vinto la medaglia d'oro ai campionati interegionali di kick boxing, poi l'ho dedicata anche alla sua compagna di palestra Alice, una ragazza semplice, carina e simpatica.
E' un semplice pds con crema al limone....
Ora li attendono i campionati italiani !!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Forza Francesco e Alice :-)