martedì 25 ottobre 2016

Torte in fiera terza edizione

Ebbene si Torte in fiera ritorna ,siamo oramai alla sua terza edizione,  ed anche quest'anno la direzione artistica è stata affidata a Teresa  ed io  l'affiancherò
Avremo tanti show cooking, demo, corsi, di tutto di più per accontentare tutti e tutti i palati: Il Maestro Sabatino Sirica ci farà dal vivo la cassata, Il mio amico Giuseppe Imperato titolare di   Tutto Senza Glutine
ci delizierà con tanti dolcetti gluten free, lo chef Enrico  Cortese  ci insegnerà a fare torte al microonde, Lo chef pasticciere amico  Pasquale Schettino vista la mia grande golosità, ci farà le graffette in diretta , Luciana Formisano titolare dell'home restaurant Nata cosa ci delizierà con struffoli e pasta frolla in tutte le sue declinazioni, e ancora.......to be continued

Inoltre:

 Vuoi esporre i tuoi lavori in fiera? Benissimo, scrivi un messaggio sulla pagina della fiera e ti spiegheremo come fare













Vuoi partecipare ad una gara emozionante con le tue amiche???Bene qui trovi il regolamento

Vuoi portarci un tuo dolce da degustare (io ne sarei davvero felice :p)qui c'è spiegato come
e se invece vuoi partecipare alla gara mostra qui trovi il regolamento
A presto con tutto il programma ben dettagliato!!!
Venite a trovarci

lunedì 19 settembre 2016

Pennette alla norcina di baccalà

A volte mi vengono certe idee nella testa e devo subito metterle in pratica

In casa avevo tutto, compreso il baccalà, da quando ho scoperto quello congelato, non mi manca mai, è comodissimo, già spinato e dissalato, una comodità unica, quando vado a fare il mio spesone mensile di pesce, 2 kg di baccalà sono fissi :p

La ricetta parte da questa qui 

Baccalà dissalato e spinato
Penne rigate
Cipolla bianca
Olio evo
Panna fresca
pecorino umbro
Vino bianco Grechetto

 In una  padella ho fatto andare un paio di cucchiai di olio evo, con un po di cipolla tagliata finissima  e ho poi aggiungo il baccalà privato di spine e pelle (se non riuscite a spellarlo prima potete farlo durante la cottura).  fino a quando ha iniziato a  sfrigolare. Li ho sfumato con un bel vino bianco, preferibilmente un Grechetto che è Umbro :P ed infine ho unito  una confezione di panna fresca, altrimenti detta crema di latte, per intenderci. quella da montare che sta nel banco frigo al 33/35% di grassi . Intanto ho lessato le penne rigate e le ho buttate nel meraviglioso intingolo, ho fatto mantecare su fiamma dolce il tutto, fino a formare  quella speciale cremina deliziosa.  A chi piace,e vi giuro che ci sta tutto, ance io a pensare pesce e formaggio storcevo il naso, ma vi giuro che una spolverata di pecorino umbro ci sta da urlo!!!



lunedì 8 agosto 2016

Ravioli

Ravioli che bontà!!! Confesso il mio peccato: li mangerei in tutti i modi, ma qui a casa non tutti li amano aimè, per cui  li propongo solo di tanto in tanto.
A farmi avvicinare alla pasta fresca è stata Teresa Vi consiglio di leggere il suo interessantissimo post  
Non so perchè ma non mi attirava, quanto mi sbagliavo!!! Per una come me che la pasta fresca la mangerebbe anche solo lessa :D
Bhe mi son messa all'opera, anche perchè ho trovato questa magnifica semola Senatore Cappelli bio, e devo dire che è magnifica



Sulla spianatoia semola, uova, un C di olio evo  , si comincia a battere le uova
con una forchetta, fino a proseguire poi a mano
 Si lavora fino ad ottenere un bel panetto sodo (circa una decina di minuti), che si farà riposare un'ora ben coperto o avvolto nella pellicola
 Si prende ora il panetto, si taglia e si stende in losanghe, o a mano o con l'apposita macchina per la pasta fino allo spessore desiderato. Si mettono le sfoglie ad ascigare un po












 Ed ecco i ravioli, per le forme sbizzarritevi come più vi piace!!!

Prendo una sfoglia stesa, con il coppapasta mi faccio un lieve segno lungo tutta la lunghezza, sulla parte bassa della sfoglia, così che con il  sac a poche metto il ripieno in ogni segno lasciato dal coppapasta.
A questo punto ribalto sull'impasto la parte superiore della pasta, ed inizio a coppare bene.
Se ho paura che si aprano in cottura, lungo il segno lasciato dal coppapasta, passo un pennello livemente bagnato di acqua e poi coppo


Con la pasta avanzata, lo "sfreddo" io ci faccio le tagliatelle, ma non solo con lo sfreddo, spessissimo oramai le faccio di proposito

domenica 3 luglio 2016

Buon compleanno Antonio

Mio figlio, il mio bambino, il mio piccino, il mio Antonio (185 cm, 46 di piede)  ha compiuto 17 anni, qui sotto vedete una delle poche foto che mi ha permesso di farci assieme


Questo il piccolo buffet che gli ho preparato :

Rolli di wrustel in pasta sfoglia rapida :D Una semplice pasta sfoglia rapida che ha avvolto i wrustel, tutto cotto al forno fino a doratura


Le pizzette, che non possono  mai mancare ad un buffet



I panini ripieni di prosciutto e salame piccate con mayonese, vi consiglio di farli, sono di una bontà e di una sofficiosità perfettà per feste, aperitivi, buffet, insomma una goduria

Un serpentone di pasta/rosticceria siciliana 
farcito con uova sode, salame, provolone piccante e salsicce,
 poi tagliato a fette
Proseguito con brioche  farcite con  nutella e crema di ricottta con panna, ma aimè ho solo le foto delle seconde



Terminato con una tortina fatta da  pan di Spagna classico, non sglutinato, bagnato con rum,  farcito con ganache al cioccolato bianco e fragoline di bosco,il tutto  ricoperto di panna e codette di zucchero colorate

Non mancavano schifezzelle varie (patatine, tarallini, cornetti di mais, etc...)  e bibite, ma credo vivamente che fosse inutile fotografarle :D

Le foto sono state fatte in fretta e furia, tra una sfornata, una telefonata e tante altre faccende, se ci penso che giornata!!!!


50 anni di WWF

Il WWF compie 50 anni, e visto che è nato qui a Napoli all'interno del Cratere degli Astronii, attualmente Oasi WWF, e visto che qui a Napoli si tiene il terzo seminario sui cambiamenti climatici, si è ben pensato di fare festa :D.... Io ho avuto l'onore di preparare la tortina dell'evento
Il seminario è stato davvero molto interessante anche perchè c'erano persone del campo, che hanno dato un gran bel contributo:

Ornella Capezzuto: Presidente WWF Napoli come moderatore


G.Bologna: Direttore scientifico WWF Italia, che ha parlato della Biodiversità: una garanzia per il nostro
benessere e la nostra salute

G. Budillon: Dip. Scienze e Tecnologie dell'Università “Parthenope” - Napoli, che ha parlato dei Cambiamenti climatici e possibili impatti sull’area mediterranea
 

 G. D’Amato: Chairman della Commissione variazione climatiche, inquinamento atmosferico ed allergologia respiratoria della World Allergy Organization , che ha parlato delle Variazioni climatiche, inquinamento ed
aumento delle patologie respiratorie allergiche e non allergiche


F. Faella: già Direttore Dip. malattie infettive ed emergenze infettivologiche, A.O.R.N. dei Colli - Napoli, che ha parlato dei Cambiamenti climatici e malattie infettive nell’era della globalizzazione


 Ed ecco la sala dove c'era il buffet, offerto dalla storica pasticceria Carraturo di Napoli e dalle cantine Agnanum, e quindi la mia tortina
confesso che quando l'ho vista, sarei scappata a gambe levate con la torta sotto il braccio, non mi aspettavo una sala così grossa, o avrei fatto almeno 2, 3 piani finti....


Accendiamo la candelina di buon augurio


e facciamo un bel brindisi, che porta bene .. e poi detto tra noi, il vino era davvero squisito :p



Qui le foto a cui tengo maggiormente:
Con il direttore scientifico del WWF Italia, Gianfranco Bologna, una delle persone che, per cultura, per modi di fare, per modo di comunicare il concetto più astruso come la cosa più semplice al mondo e, per l'educazione, per la sua semplicità, stimo di più
E poi il ringraziamento a sorpresa che mi hanno fatto gli amici/colleghi  sulla pagina facebook




Peccato per il caldo soffocante  e la fortissima umidità della giornata, purtroppo la pdz ha trasudato un po  ed in alcuni punti si è un po bollata :(